Monte Castello di Vibio


Il centro storico di Montecastello di Vibio è il più vicino al casale. Tra I monumenti d’interesse il Teatro della Concordia “il teatro più piccolo del mondo”, costruito nel 1809, la Chiesa di Santa Illuminata detta anche del Crocefisso poiché all’interno si custodisce la statua lignea la cui testa (del 1400) fu donata da Beato Placido da Monte Castello, la torre campanaria con il Monumento ai caduti, e Piazza Vittorio Emanuele II° con la sua splendida terrazza dove si può ammirare l’ampio panorama a sud dell’Umbria fino a scorgere i monti del Lazio e dell’Abruzzo.

Sulla stessa piazza domina la Chiesa parrocchiale dei Ss Filippo e Giacomo del XVIII° secolo, all’interno della quale si venera l’immagine della Madonna dei Portenti con San Carlo Borromeo e un pozzo cisterna del XVI° secolo e la Torre di Porta di Maggio che testimonia le antiche vestigia di questo paese.

Di particolare interesse sono i vicoli e gli scorci caratteristici. Già solo sedersi ad ammirare il belvedere che offre la piazza principale di Monte Castello di Vibio è un nutrimento per l’anima: Montemolino, Todi, il Tevere ed un’ampia veduta della Media Valle del Tevere si aprono dinnanzi alla Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, da quella che può essere a ragione considerata la Terrazza sull’Umbria.

Todi


A pochi minuti si trova la città di Todi, nota come “la città più vivibile del mondo”. Todi è una cittadina medievale di una bellezza ed eleganza unica, che sorge in cima ad una collina a dominare l’incantevole valle del Tevere.

Situata a pochi chilometri da Perugia e Orvieto, la cittadina è circoscritta tra tre cerchia di mura (etrusche, romane e medievali) che racchiudono innumerevoli tesori. Tra le cose da vedere a Todi, una delle vedute più belle è sicuramente quella di Piazza del Popolo, cuore pulsante della cittadina.

Sulla piazza si affacciano alcuni degli edifici più importanti del centro storico che si contrappongono, con un effetto suggestivo, al complesso religioso.
Qui potrete ammirare il complesso del Palazzo Comunale, nato dall’unione del Palazzo del Popolo in cui sono ospitati il Museo lapidario, la Pinacoteca Civica e il Museo Etrusco Romano, il duecentesco Palazzo del Capitano e il Palazzo dei Priori, forse il più bello dei tre e che fu terminato nel XIV secolo.

Il Duomo, eretto nel XII secolo sui resti di un tempio dedicato al dio Apollo, è caratterizzato da una lunga scalinata d’accesso e da una bella facciata romanica. Poco distante, a circa 20 metri dalla piazza, si trova la Chiesa di San Fortunato dedicata al santo patrono della città ed edificata nel XIII secolo, che conserva nella cripta la tomba del poeta umanista Jacopone da Todi e presenta un bellissimo affresco di Masolino da Panicale.